Il Mortaio del Buongustaio

Cipolla egiziana ligure

La cipolla egiziana, detta anche cipolla albero o cipolla che cammina, è un raro e antico ortaggio, coltivato prevalentemente in Liguria. La sua coltivazione è limitata alle zone di Ventimiglia e della Valle della Nervia, dove alcune associazioni hanno promosso la coltivazione e lo scambio di bulbilli.
Oltre ad essere conosciuta con il nome di Cipolla Egiziana, questa varietà ligure è nota anche come “cipolla che cammina” o “cipolla albero”. Tali appellativi derivano da alcune delle caratteristiche distintive della pianta la cui cima, che può raggiungere fino ad un 1,20 metri di altezza (da cui il nome cipolla albero), talvolta si ripiega sotto il peso della sua stessa testa fino a toccare il suolo, mettere nuovamente altre radici e generare nuove piante (da cui il nome “cipolla che cammina”).

Bulbi di cipolla egiziana

Marco Damele è protagonista da oltre vent’anni nel mondo della floricoltura del ponente ligure. Dai premi nazionali e internazionali ricevuti per la sua coltivazione di verde ornamentale, dopo un arricchimento professionale alla guida dei giovani agricoltori, ha orientato l’attività dell’azienda sulla ricerca e coltivazione delle antiche varietà orticole, di cui per via della moda, dei gusti e della richiesta di mercato si erano letteralmente perse le tracce. In particolare ha studiato e reintrodotto la cipolla egiziana ligure (Allium cepa viviparum), diventata in poco tempo preziosa ed autentica testimone della biodiversità del Ponente ligure. Marco oggi è un contadino moderno, un custode della biodiversità, titolare di un’azienda all’avanguardia orientata al futuro che alterna alla coltivazione anche una ricca attività di incontri e conferenze in giro per l’Italia.“

Marco Damele

La cipolla egiziana può essere consumata in vari modi. Le cipolline, ovvero i bulbilli, presenti sull’infiorescenza aerea possono essere utilizzati come delle cipolline, ovvero consumati stufati o sott’aceto, o ancora in sughi e salse. L’importante è valutare il tempo di raccolta e maturazione che non deve essere eccessivo, ovvero non si deve essere ancora formato il rivestimento rosso.
Mentre la cipolla vera e propria che sta all’interno del terreno, può essere consumata come le classiche cipolle o cipollotti, in soffritti, sughi o anche cruda, a fettine sottili, che diminuiranno il sapore deciso.


Anche per questa specie rimangono le preziose proprietà diuretiche e disinfettanti tipiche della cipolla classica. Non facile da reperire, la cipolla egiziana è, come detto, un ortaggio raro.

Alcuni link per approfondire:

https://lacipollaegiziana.blogspot.com/

https://aboutgarden.it/2016/06/18/cipolla-egiziana/


Per inviare ricette, info e suggerimenti su

Whatsapp

+39 389 0055 680

 

Percorso nel sito:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità .

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici.

Right Menu Icon